Moto Veloce

strada sul mare corso

 

Rapida si svela l’alba
e si scontra con una fresca brezza marina
la dolce primaverile luce mattutina.
Veloce corre la moto nera
un intero inverno rimasta silente
ed ora impaziente si scuote dal lungo riposo.
Tre macchine in strada
e con la moto che brucia l’asfalto
fan quattro storie diverse
unite in una sola tragedia.
La moto tenta un sorpasso azzardato…
…l’impatto, lo schianto…
…il dolore che esplode improvviso. Irreversibile.
-“Un morto e tre feriti!”- urlan presto i giornalisti,
e i primi accorsi sul posto
infuocano il cicaleccio e notizie frammentate,
sfuggenti, distorte, errate.
Il centauro giace sull’asfalto
strappato alla vita e alla moto distrutta,
un corpo unico e vivo fino all’istante prima.
Pezzi sparsi di moto e di vita infranta.
A casa, una giovane moglie e due figli:
resta l’amore taciuto, le cose non dette
i progetti sospesi o interrotti,
il dolore schiacciante e opprimente
che il tempo e i ricordi un poco attenueranno.
Eterno resta e forse inconscio
un muto rimprovero per il sorpasso tentato.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...